CariFirenze chiama Pistoia e Spezia

da Milano

L'Ente Cassa di Risparmio di Firenze, la Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia e la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia hanno sottoscritto un patto per l'esercizio congiunto del diritto di voto nell'assemblea straordinaria della Cassa di Firenze, che avrà luogo oggi (o il 29 in seconda convocazione): lo ha annunciato lo stesso ente fiorentino.
L'accordo, secondo quanto comunicato, «si inserisce in un negoziato, a tutt'oggi in corso, per la conclusione di un più ampio patto parasociale avente ad oggetto la gestione delle rispettive quote nella Banca». Il nuovo patto delle tre Fondazioni riunisce il 49% del capitale.
Al patto potrebbe seguire un sindacato con l'ingresso dei francesi di Paribas. Si tratta di un’ipotesi che circolava ieri a Firenze in base all'idea di arrivare alla prossima assemblea di aprile, per il rinnovo delle cariche, con il 55%. L’obiettivo del nuovo patto sarebbe quello di trovare una strada diversa nel rapporto con il Sanpaolo. Con l'istituto torinese la Fondazione ha una querelle che ha portato ad un arbitrato per il 10,8% delle azioni della banca sulle quali il Sanpaolo aveva un'opzione che è stata esercitata.