Carige vola in Borsa Punta a sportelli del Monte Paschi

La cordata messa a punto da Bpm, Carige e Banca Etruria e organizzata da Kpmg per le filiali Mps, messe in vendita su imposizione dall’antitrust in occasione dell’acquisizione di Antonveneta mettono le ali ai titoli in Borsa. Carige ha chiuso in rialzo del 5,1%. L’altro ieri il Sole24Ore aveva scritto che sarebbe slittata al 15 settembre, dall’8 previsto, la data per la presentazione delle offerte. Tra gli altri potenziali acquirenti Bbva e Santander si sono chiamati fuori dalla partita, Crédit Agricole, Bnp Paribas e Deutsche Bank osservano con interesse mentre Ge Money sembra studiare una proposta d’acquisto sia per le filiali sia per il marchio Banca Toscana. Il gruppo senese si attende circa un miliardo di euro dalle dismissioni delle filiali, ma Lehman Brothers stima un incasso di 600 milioni.