Carignano, ladro pasticcione

Quando il colpo non riesce. Così si possono riassumere due storie di cronaca un po’ fuori dall’ordinario. La prima è successa a Genova, nel quartiere di Carignano dove un uomo ha tentato di rapinare il supermercato Dì per Dì di via Nino Bixio ma, mentre minacciava la cassiera e alcuni clienti con un coltello per farsi consegnare il bottino, è riuscito a ferirsi con la stessa lama che brandiva. Il rapinatore, un genovese di 36 anni, dopo essersi tagliato la mano ha tentato la fuga ma è stato bloccato da una pattuglia della polizia che lo ha bloccato ed arrestato.
Colpo non riuscito neanche a Sanremo, ma qui si tratta di un colpo di pistola, quello con il quale un piemontese di 36 anni aveva tentato il suicidio il 29 agosto del 2006. Il gup Eduardo Bracco lo ha rinviato a giudizio per porto abusivo di armi e munizioni. L’uomo, giunto a Sanremo in treno, si abbandonò al tragico gesto dopo aver più volte minacciato l’ex fidanzata residente a Genova. Il suicidio venne bloccato in extremis dalla polizia. Il processo si svolgerà il prossimo 15 ottobre.