Carinzia, vittoria del partito di Haider

Sonora batosta per i socialdemocratici (28,5%). La vedova Haider: "E' un segno
di riconoscimento per mio marito e la sua politica"

Vienna - Vittoria postuma di Joerg Haider alle elezioni regionali ieri in Carinzia. A circa quattro mesi dalla morte del popolare governatore, deceduto in un drammatico incidente d’auto vicino Klagenfurt l’11 ottobre, i carinziani gli hanno regalato, alla memoria, un risultato plebiscitario.

I risultati delle elezioni Secondo i risultati finali provvisori, la Bzoe (Lega per il futuro dell’Austria, estrema destra), il partito fondato da Haider quattro anni fa dopo una scissione dalla "sua" ex Fpoe (liberal nazionali, estrema destra), ha conquistato il 45,48% dei voti. Molto di più di quanto lo stesso Haider era riuscito a ottenere alle regionali nel 2004 (42,4%) quando scese in campo ancora con la Fpoe (non si era ancora separato). Dall’esito di queste elezioni dipendeva la sorte della Bzoe, partito forte solo in Carinzia anche se rappresentato anche al parlamento federale a Vienna: in caso di sconfitta sarebbe molto probabilmente stata la fine non solo dell’attuale governatore, Gerhart Doerfler, succeduto a Haider dopo la sua morte, ma dello stesso partito.

Crollo dei socialdemocratici Sonora batosta per i socialdemocratici (Spoe), il partito del cancelliere Werner Faymann a livello federale, che a dispetto di tutti i sondaggi che la davano attorno al 38%, è precipitata di dieci punti al 28,59% (38,43% nel 2004). Lo stesso Faymann da Bruxelles si è detto "deluso" e ha ammesso che l’obbiettivo elettorale è stato mancato e la Spoe in Carinzia si è attestata sul livello raggiunto alle elezioni federali. Bene, invece, i popolari della Oevp che hanno conquistato in Carinzia il 16,5% (11,64% nel 2004). E male per la Fpoe, diretta concorrente nel Land della Bzoe, che al momento risulta al 3,8% sotto lo sbarramento del 4% e quindi fuori dal Landtag, il parlamento regionale. Nel 2004, con Haider, la Fpoe ottenne il 42,43% dei voti. I Verdi sono dati al 4,99% (6,7%).

La Bzoe festeggia Fra i molti commenti di giubilo della Bzoe per la vittoria in Carinzia, anche quello della vedova Claudia Haider, che si è detta "grata" e "profondamente impressionata": "E' un segno di riconoscimento per mio marito e la sua politica". Le regionali oggi erano le prime elezioni dell’anno in Austria, le prime dopo l’insediamento del nuovo governo di grande coalizione fra socialdemocratici (Spoe) e popolari (Oevp) a Vienna dopo le politiche a settembre, e anche le prime dopo la morte di Haider.

Il voto a Salisburgo Si votava anche nel Land di Salisburgo, dove però l’esito era meno atteso perchè si dava per scontata una conferma della Spoe della governatrice Gabi Burgstaller, alleata con la Oevp di Wilfried Haslauer. Conferma che in effetti è arrivata, anche se con esito deludente per i socialdemocratici. La Spoe è infatti al 39,5%, contro il 45,4% nel 2004, mentre la Oevp ha tenuto: 36,4% contro 37,92% nel 2004. A differenza della Carinzia, la Fpoe è andata bene nel Salisburgo, dove la Bzoe invece non era un ’marchiò, arrivando al 13,% (8,7% nel 2004). I Verdi sono stabili al 7,3%. La Bzoe è fuori col 3,7%. Dopo il voto, lo scenario dovrebbe cambiare poco, almeno al momento, a livello federale, mentre in Carinzia, grazie al ’bonus’ Haider, la Bzoe continuerà a governare e a determinare le sorti del Land come quando Haider era vivo. La vittoria della Bzoe nel Land, e la parallela erosione della Fpoe, rilancia però con urgenza l’ipotesi, finora scartata o rinviata, di una riunificazione dei due partiti dopo lo "scisma" di Haider. E questo cambierebbe sì molto le cose anche a livello federale: se, assieme, Fpoe e Bzoe a Klagenfurt avrebbero conquistato la maggioranza assoluta, a Vienna diventerebbero il primo partito a destra sorpassando i popolari della Oevp, ora al governo.