Carità cristiana per politici capaci e con saggezza

(...) apprezzare, potresti farci capire come e dove possiamo trovare la serenità, dove la pace, la vera comprensione tra gli uomini, tra le religioni. Amore è una parola che scambiamo con il partner, con i figli, con i parenti più stretti.
Ma ha perso il suo significato universale; il potere, il denaro, l’apparenza, sono diventati più importanti, ci hanno fatto perdere, non dico l’amore, ma almeno il rispetto per il prossimo. La società ci vuole non pensanti, ma dediti al consumismo meticolosamente guidato. Essersi allontanati dai veri principi umani, porta perciò ad un generale malessere sociale, che può sfociare nella tossicodipendenza, nell’alcolismo, nella violenza, nell’annientamento fisico e psicologico di sé e del proprio simile.
Purtroppo coloro che dovrebbero darci l’esempio, come farebbe un buon padre, seminano solo parole, false e ipocrite, perché subito smentite dai fatti. La Chiesa insegna solo a parole la fratellanza, invece vuole interferire nella vita umana per mantenere il proprio potere temporale, sorda ai reali bisogni dell’uomo e lontanissima dagli insegnamenti di Cristo. (Il premio Nobel per la pace, il Dalai Lama, non ha ricevuto la giusta accoglienza per non urtare la «sensibilità» della potente Cina). La politica ci mostra ogni giorno la mancanza di ideali, il disinteresse totale per le urgenze del nostro Paese. C’è solo la ricerca frenetica del proprio tornaconto, il voler mantenere ad ogni costo il potere, senza avere la volontà di gestirlo per la comunità.
Perciò, caro Babbo Natale, questo è il primo desiderio che esprimo: vorrei vera carità cristiana, capacità e saggezza disinteressata nei nostri governanti, tolleranza finalmente tra i popoli. So che per fortuna ci sono ancora persone che non hanno mai perso di vista questi principi, e che ogni giorno li applicano nella loro vita. Se così non fosse il precario equilibrio del nostro mondo sarebbe definitivamente compromesso. Il secondo desiderio è personale: vorrei salute, amore e serenità per i miei cari e per me. La salute te la chiedo anche per un grande amico. Anche se so che non sei ricco, ho sempre saputo che puoi fare miracoli.
Grazie.