Carlà e Sarkò cercano un nuovo nido: ci bastano 700 metri

DIFETTI Ma nel palazzo vive Mick Jagger, la star con cui la Bruni ebbe una lunga relazione

Parigi «Coppia presidenziale cerca appartamento», potrebbe essere l’annuncio affisso da Carla Bruni e da Nicolas Sarkozy, che hanno deciso di andare a vivere insieme in una casa comune. Finora i due coniugi più celebri di Francia si incontravano al palazzo dell’Eliseo, nell’ottavo arrondissement parigino, dove Sarkozy dispone del lussuoso appartamento ufficiale e dove anche Carla ha un proprio pied à terre. Tuttavia l’ex top model di 43 anni ha mantenuto il proprio appartamento nel 16° arrondissement della capitale francese, dove continua a risiedere stabilmente col figlio. Una situazione un po’ curiosa, visto che Carla e Nicolas si sono sposati nel febbraio 2008.
I soliti bene informati alla parigina, sostengono che a lanciare l’idea dell’appartamento comune sia stata proprio Carla Bruni. Avrebbe detto al marito qualcosa come: «Che ne diresti se io mi sbarazzassi dell’appartamento alla Villa Montmorency e se comprassimo una casa dalle parti dell’Eliseo?». In effetti il «16°» è un quartiere tranquillo e borghese, ma relativamente decentrato: si tratta della zona alle spalle del Trocadero. L’idea dei «coniugi presidenziali» sarebbe quella di trovare un «nido d’amore» non lontano dall’Eliseo.
È spuntata così la possibilità di acquistare uno dei più begli appartamenti della capitale francese: quello in cui ha risieduto a lungo il celeberrimo stilista Yves Saint Laurent, recentemente scomparso. Lì si trovava tra l’altro la fantastica collezione d’arte che Saint Laurent ha accumulato nel corso dei decenni e che il suo amico del cuore, l’imprenditore ed esperto d’arte Pierre Bergé, ha venduto all’asta quest’anno per raccogliere fondi da utilizzare nella lotta all’Aids. Carla Bruni conosceva benissimo Yves Saint Laurent e continua a essere amica di Pierre Bergé. Ecco l’opportunità di acquistare al centro di Parigi quello straordinario appartamento di 700 metri quadrati, disposto su due piani. Il solo inconveniente è che, proprio in quel palazzo, risiede Mick Jagger, che ha avuto un’importante relazione sentimentale con la Bruni.
L’ex residenza di Yves Saint Laurent si trova alla rue de Babylone, nel 7° arrodissement. In pratica, per arrivare all’Eliseo, la coppia presidenziale dovrebbe percorrere solo qualche centinaio di metri e attraversare la Senna. Un tragitto più breve e meno complicato di quello che Sarkozy compie ormai abitualmente per andare al lavoro dopo aver trascorso la notte nella casa della moglie. E gli spostamenti di Sarkozy, con annessi poliziotti, sirene e altri dispositivi luminosi irritano non poco gli abitanti di una zona relativamente ampia della capitale francese. Domani, se l’operazione immobiliare andrà in porto, Sarkozy potrà recarsi al lavoro con qualche problema in meno. Per quanto riguarda il weekend, la coppia presidenziale non cambierà invece le proprie abitudini e continuerà a frequentare la residenza di campagna a Versailles, detta «la lanterne», situata nel parco della storica reggia dei sovrani transalpini, e residenza di campagna dei primi ministri fino a quando, al suo ingresso all’Eliseo, Sarkozy ha deciso di tenerla per sé.