Carlà: «Non mostrerò le foto del mio bebè»

Gelosissima del suo bebè e della sua (futura) privacy. «Farò di tutto per proteggere il mio bambino, e lo farò con tutte le mie forze» ha detto la moglie del presidente francese Nicolas Sarkozy, nel corso di una trasmissione ieri sera sul canale privato TF1, aggiungendo che ancora non sa se sia maschio o femmina.
Ma perché tanta riservatezza, visto che il suo primo figlio Aurelien fu mostrato al mondo durante un viaggio con il presidente Sarkozy a Petra, in Giordania? E il suo stesso pancione è stato da lei stessa offerto molto volentieri agli obiettivi? Carlà argomenta: «Non mostrerò mai delle foto di questo bambino, non lo esporrò mai pubblicamente. Penso che l’esposizione alla vita pubblica sia una scelta da adulti». «Il mio primo figlio - ha aggiunto - è stato esposto una volta e non in una situazione pubblica ma privata, e fu un grande errore, non avrei mai dovuto portare mio figlio a visitare quel posto magnifico... Sono stata imprudente». Carlà dice di non aver mai annunciato la sua gravidanza ufficialmente per «un riflesso un po’ di mamma protettrice»: «Non si fa un bambino per la platea e questa posizione di moglie del capo dello stato mi ha messo ancora più sulla difensiva».