Carla Bruni chiede i documenti per sposarsi

Nozze sempre più vicine tra l'ex top model e il presidente francese Nicolas Sarkozy. La richiesta dei documenti al Comune di Torino conferma due cose che il matrimonio non è ancora stato celebrato. Grande attesa per il terzo disco della Bruni: si intitolerebbe "Sei la mia droga"

Parigi - Matrimonio più vicino per Carla Bruni. L’ex top model ha chiesto agli uffici del comune di Torino, città nella quale è nata, il certificato di nascita e lo stato civile, attraverso il consolato francese. La notizia è stata confermata dal Comune di Torino. Si avvicinano dunque le nozze con il presidente francese Nicolas Sarkozy, ma si ha allo stesso tempo la conferma che il matrimonio non è ancora stato celebrato, come più volte alcuni indiscrezioni di stampa avevano fatto ventilare. La richiesta dei documenti conferma, tra l’altro, che il matrimonio non si svolgerà sicuramente nel comune di Torino, ma non fornisce nessuna altra indicazione sul luogo del rito, se si svolgerà in Italia o all’estero.

Il nuovo disco: "Sei la mia droga" Il terzo album di Carla Bruni è diventato un affare di Stato. Non si sa nulla né sul contenuto delle canzoni né sulla sua uscita ma il sito francese Bakchich sostiene di aver scoperto alcune informazioni fondamentali: uscirà a marzo e una canzone è dedicata al nuovo amore dell’ex top model, il presidente francese. S’intitolerebbe "La mia droga" o "Amo la mia droga" e pare abbia già incominciato a preoccupare l’Eliseo. Inutile dire che l’album è atteso con trepidazione sia negli ambienti artistici che in quelli politici. La data ufficiale tuttavia, rimane un segreto ben celato sia dalla casa discografica "Naive", di Patrick Zelnik, che produsse sia il primo disco della Bruni "Quelqùun m’a dit" (2 milioni di copie vendute, di cui 700mila all’estero) uscito nel 2002 e il secondo, un po' deludente, "No promises" (gennaio 2007).