Carla Demaria precisa: «Ho pieni poteri»

Riceviamo e pubblichiamo volentieri una precisazione della presidente di Ucina Confindustria Nautica, Carla Demaria, a margine dell'assemblea generale dell'associazione in programma oggi a Roma.

Scrive Demaria: «È vero che ho nominato spontaneamente Andrea Razeto Presidente Vicario, come previsto dallo Statuto Ucina, ma è altrettanto vero che sono a tutti gli effetti il Presidente di Ucina e in questo ruolo presiederò l'Assemblea del 19 dicembre, così come terminerò il mio mandato alla sua scadenza naturale».

Gentile Presidente,

prendiamo atto delle sue precisazioni, ma allo stesso tempo vorremmo sottolineare che nella notizia «incriminata» non c'era alcun riferimento a una sua rinuncia spontanea alla presidenza di Ucina - né di «destituzione» - bensì alla nomina a presidente vicario di Andrea Razeto. Apprendiamo con piacere che oggi è lei a presiedere l'assemblea generale privata dei soci. Le nostre informazioni, raccolte al di fuori degli ambienti Ucina, sono verificate e documentate. Probabilmente nel frattempo sono intervenuti altri fatti a noi sconosciuti. Cordialità,

AR