A Carla Demaria il Premio Marisa Bellisario

«Sono onorata ed emozionata, tanto più perché si lega a un ricordo di mia madre»

Con il prestigioso «Premio Marisa Bellisario», Carla Demaria, presidente di Ucina Confindustria Nautica e di Monte Carlo Yachts, entra a pieno titolo nell'olimpo dei top manager internazionali. La giuria ha scelto Lady Ucina per la categoria management. La cerimonia della consegna della «Mela d'Oro» si è svolta  nell'Auditorium del Foro Italico di Roma.

«È un onore ricevere questo prestigioso riconoscimento a suggello dell'impegno e della passione che da sempre contraddistinguono il mio lavoro - ha detto Carla Demaria - Mi onora e mi emoziona tanto più perché si lega a un ricordo di mia madre che, da giovane, mi vedeva come una futura Marisa Bellisario. Credo ci sia qualcosa di unico nell'energia e nelle capacità che le donne pongono in ogni attività che svolgono, credendo in se stesse anche quando il contesto non è loro favorevole. Questa Mela d'Oro rappresenta motivo di orgoglio e stimolo a continuare a lavorare sempre con lo stesso entusiasmo e impegno; mi auguro sia un incentivo per tutte le giovani donne che intraprendono con passione e determinazione la carriera professionale». Carla Demaria è nata a Torino, si è formata in Italia ed è tra i manager di riferimento della nautica mondiale. Membro del Cda del Gruppo Bénéteau, è anche presidente-fondatrice di Monte Carlo Yachts, il cantiere di Monfalcone che fattura oltre 70 milioni di euro ed ha 440 dipendenti diretti in Italia.

A oggi sono quasi 500 le donne che hanno ricevuto quello che è diventato un vero e proprio Oscar. Basti ricordare Margherita Hack, Samantha Cristoforetti, Marina Berlusconi, Letizia Moratti, Diana Bracco, le sorelle Fendi, Luisa Todini, Rania di Giordania e altre ancora.