Carlo Felice, Di Benedetto le canta a Nesci

Continua il botta e risposta, finito in tribunale, tra il segretario di Rifondazione Comunista Marco Nesci e il sovrintendente del Teatro Carlo Felice, Gennaro di Benedetto. Nesci era stato querelato dopo un’interrogazione in cui lo stesso consigliere comunale chiedeva dove fossero finiti i 9 milioni di euro destinati ai fondi pensioni dei dipendenti del Carlo Felice, ritenendo «responsabile» lo stesso Di Benedetto. «Se per difendere i lavoratori - spiega Nesci- il sottoscritto viene querelato,sono disponibile a 150 mila querele. In quel caso non avevo rilasciato dichiarazioni fuori dal contesto delle istituzioni».
Pronta la replica del sovrintendente: «L’interrogazione - spiega - era stata divulgata a mezzo stampa e quindi ritengo Nesci responsabile di quest’accusa pubblica rivolta al sottoscritto».