Carmen Consoli a tutto «Volume»

Nuovo appuntamento con Carmen Consoli, nell’ambito della rassegna «Carta bianca». All’Auditorium, la cantante siciliana stasera incontra il Collettivo Angelo Mai, ovvero una delle realtà musicali più interessanti della scena romana. Un gruppo aperto, formato da nomi noti del mondo cantautorale capitolino: Pino Marino e Roberto Angelini, ma anche Andrea Pesce (collaboratore di Federico Zampaglione nei Tiromancino), Gabriele Lazzarotti (bassista di Daniele Silvestri), Massimo Giangrande (autore di musiche per il teatro). Altro ospite gradito della serata sarà Niccolò Fabi.
In programma le canzoni del Collettivo, pubblicate nell’album Volume 1, fuse con alcuni brani tratti dal repertorio di Carmen Consoli. Una rara occasione, dunque, per ascoltare dal vivo la musica dell’artista siciliana filtrata dalla sensibilità del gruppo che si autodefinisce Orchestra Mobile di canzoni e musicisti. E chissà che anche il concerto di stasera non si chiuda con la versione della beatlesiana Across the universe, cantata all’unisono da tutte le voci, che è la ciliegina sulla torta di un ottimo album. Un disco autoprodotto e distribuito in maniera indipendente, che a Roma si trova piuttosto facilmente in vari negozi di dischi. Tra le note di copertina, la nascita del progetto è definita «un atto d’amore. La prova tangibile della passione che ci ha unito a molti compagni di viaggio incontrati in due anni di cammino. È il luogo in cui si sono incontrati i sogni e la tenacia di musicisti, teatranti, famiglie senza casa, artisti di ogni dove e persone che di arte non si sono mai occupate. È la fotografia indelebile della possibilità di far tornare la cultura a palpitare, a unire, a seminare bellezza».
Sull’album, come sul palco, ogni artista del Collettivo cambia ruolo continuamente, suona gli strumenti degli altri, incrocia sensibilità ed esperienze, in una sorprendente forma di condivisione musicale. Con spontaneità, passione e amicizia.