A Carnevale è d’obbligo divertirsi le dritte per non sbagliare festa

Se i carnevali di Venezia, Viareggio e Rio sono troppo lontani, noti e costosi da raggiungere, niente paura, in tempo di crisi basta restare entro i confini della Lombardia o aggirarsi poco fuori, e il divertimento è comunque assicurato. Il primato della sfilata più fredda lo detiene Livigno: il nostro piccolo Tibet valtellinese farà festa fino a martedì 24 con giochi, travestimenti, scherzi, competizioni per grandi e piccini. Domenica è il giorno dei carri allegorici, con il corteo che percorrerà tutto il centro storico. Nella frazione di Trepalle, martedì 24 coriandoli e maschere dipingeranno la neve caduta copiosa. Previsto anche un Torneo della scopa pazza, info livigno.eu.
La manifestazione dal sapore più antico è quella di Schignano, in provincia di Como: i personaggi che la animano sono i «belli» e i «brutti», cioè gli uomini ricchi e vanitosi e quelli semplici e dediti al lavoro, emigranti con la valigia, che indossano cose sporche e vecchie. Due sfilate, il 21 e il 24 febbraio, e la sera del martedì grasso un «brutto» verrà scelto per essere simbolicamente messo al rogo, info 031.819603. Golosità invece nella vicina Cermenate, dove si festeggia con una sagra dei pizzoccheri, durante la quale il sindaco consegnerà le chiavi della città al re e alla regina del carnevale, mentre a Como ci sarà il Carnevalino, con intrattenimenti per i piccoli, e la grande sfilata che inizia alle 14.30.
Suggestive le manifestazioni degli antichi borghi di Valtorta (Bergamo), che culmineranno sabato 28 febbraio con maschere costruite con pelli di animali, legno e latta: conigli, pecore, capre oppure vecchi, vecchie e diavoli. In piazza a Bergamo ci sarà il Carnevale delle meraviglie, direzione artistica di Matteo Chiarenza: domani e domenica parata musicale sui trampoli, giochi per i bambini, letture, spettacoli, info turismo.bergamo.it. Per mettere alla prova le vostre abilità di investigatori, al Castello di Clanezzo, un insolito Carnevale con delitto: omicidi, furti, intrighi dove solo i giocatori più scaltri avranno la meglio, almennorock.it.
Scherno e tradizione a Biella, dove la rivalità che contrappone la città a Vercelli è impersonata dalla maschera del Babi: in dialetto significa rospo, quello che vive nelle risaie del vercellese e termine con il quale i biellesi definiscono i vicini, info 015.35071. Il weekend più spensierato è a Busseto (Parma) con il Gran Carnevale Storico della Risata che prevede carri di cartapesta, mercati enogastronomici, majorette, carnevaledibusseto.com; quello per sognare lo propone il Casinò di Campione, con un buono di 10 franchi in regalo sabato 28 febbraio per tentare la fortuna ai tavoli da gioco, 0041.91.6401111.
Per chiudere il tour nel paese delle maschere, suggeriamo di non perdere gli eventi di Verres (Aosta): costumi medievali, sfilate nel borgo storico e cene danzanti all'interno dell'antico castello rievocano un fatto accaduto nel 1449, carnevaleverres.it.