Carnival lascia Genova e sbarca a Savona

La sequenza, kafkiana: 22 luglio, «La supernave da crociera Carnival Magic scalerà nel 2011 il porto di Genova»; 2 agosto, «La Carnival Magic scalerà nel 2011 il porto di Savona». Cosa sia accaduto di tanto strano da far cambiare idea fra il 22 luglio e il 2 agosto non è dato sapere (anche se si vocifera di pressioni di Costa Crociere, gruppo Carnival, a favore dello scalo nel suo Palacrociere savonese). Fatto sta che la Magic non farà più tappa sotto la Lanterna, come avevano annunciato pochi giorni fa i vertici di Stazioni Marittime Spa. La notizia, anticipata dal sito «Ship to Shore» che annunciava la cancellazione delle soste nello scalo genovese è stata confermata ieri dall’Autorità portuale di Savona. E non è questione da poco: la nave, lunga 290 metri e in grado di ospitare 3mila passeggeri, avrebbe dovuto effettuare il primo scalo a Genova il 24 maggio 2011 mentre gli altri erano in programma il 16 agosto, il 27 settembre ed il 18 ottobre. Quattro «toccate» di prova che avrebbero segnato un ritorno del gruppo statunitense Carnival, in vista di una auspicata consuetudine di rapporti. Invece, come scrive Ship to Shore, «i quattro scali dirottati da Genova andranno ad arricchire il palmares del Palacrociere di Savona, competitor diretto di Stazioni Marittime». Che, per bocca del presidente Filippo Schiaffino, resta basita: «La decisione di Carnival ci ha sorpreso, le sue ragioni rimangono oscure - spiega Schiaffino -. I quattro accosti ci erano stati comunicati ufficialmente dall’agenzia della Carnival, la Cemar. Comunque siamo sempre disponibili ad accogliere navi Carnival in futuro». Intanto, Raffaella Della Bianca, consigliere regionale del Pdl, chiede che il presidente dell’Autorità portuale, Luigi Merlo, «venga subito un Regione a spiegare cosa sta succedendo nel porto di Genova».