Caro acqua: fino a 2,30 euro per mezzo litro

Si impenna il prezzo dell'acqua minerale. A Venezia una bottiglietta costa 2,30 euro a Roma si può arrivare anche a spenderne cinque. Associazioni dei consumatori: "Speculazioni che danneggiano il mercato"

Roma - Sale la colonnina di mercurio e si impenna il prezzo dell'acqua. Si arriva anche a 5 euro a bottiglietta, nemmeno fosse acqua di colonia.  Nei bar e nei chioschi si registrano aumenti fino al 14% rispetto all’anno scorso e fino al 90% rispetto al 2001. A Venezia si arriva a pagare 2,30 euro per una mezzo litro, a Firenze e Roma poco meno 1,90. Nella capitale, nella zona del centro storico, in casi particolari "c’è anche la possibilità di spendere 5 euro" per una bottiglietta.

Località marittime Il caro-minerale, comunque, non riguarda solo le città d’arte, ma anche località di mare come Capri (2,20 euro), Portofino (2,10) e Taormina (1,80). A denunciare quello che è un vero e proprio "salasso" ai danni soprattutto di anziani e turisti è l’associazione di consumatori Adoc, che ha condotto un’indagine sul mercato delle acque minerali. E che per fronteggiare il problema chiede un intervento deciso dei Comuni "affinchè i vigili urbani controllino e multino gli esercenti che si comportano in modo sleale".

Speculazione Nel mirino dell’associazione ci sono la distribuzione e la ristorazione, accusate "di speculazioni che hanno gravemente danneggiato il mercato". "La grande distribuzione, nel periodo giugno-settembre - commenta Carlo Pileri, presidente dell’Adoc - diminuisce sensibilmente le offerte sulle confezioni famiglia da 1,5 litri, per cui stiamo registrando una contrazione superiore al 30%. E i prezzi vanno alle stelle: aumenti medi del 7,6%, con un massimo di 14,2% per le bottiglie da 0,50 litri delle marche maggiori e del 6,1% per le bottiglie da 1,5 litri. I prezzi medi delle bottigliette toccano anche quota 2,20 euro in alcune località di mare, una cifra vergognosa, considerando che prima dell’euro il prezzo era praticamente la meta". A risentire di più di questo "salasso", denuncia Pileri, sono soprattutto anziani e turisti: "i primi devono necessariamente bere, per motivi di salute, nelle ore di punta e nelle giornate più calde. I secondi, non informati sulle politiche dei prezzi praticate degli esercizi commerciali, spesso comprano ugualmente, seppur controvoglia". Oltre a chiedere l’intervento dei Comuni, l’Aduc fa anche una proposta specifica all’amministrazione comunale di Roma: la distribuzione ai turisti di un kit composto da una bottiglietta di plastica e una mappa delle fontanelle capitoline, per bere acqua senza spendere un euro, iniziativa già avviata a Venezia.

Prezzi Ecco una tabella con il prezzo della "mezzolitro" in alcune città italiane: Torino 1,60 Rimini 1,60 Milano 1,80 Portofino 2,10 Bologna 1,70 Taormina 1,80 Perugia 1,00 Capri 2,20 Napoli 1,00 Fregene 1,50 Palermo 0,90 Venezia 2,30 Firenze 1,90 Roma 1,90