«Caro Adriano, vieni a vedere il Pincio...»

Ripa di Meana a Celentano: «Veltroni ha autorizzato lo scempio del super-garage»

Marina Ripa di Meana del comitato «Salviamo il Pincio–Viva Valadier», ha indirizzato questa lettera ad Adriano Celentano: «Caro Adriano, siamo più o meno della stessa generazione, e io sono una tua fan dal tempo del “ragazzo della via Gluck”. Ho letto il tuo appello “Solo la bellezza ci potrà salvare”. Sono d’accordo. In nome della bellezza ho cercato di vivere, di esprimermi, di respirare. Rispetto le tue preoccupazioni per i grattacieli annunciati di Milano. Non vivo a Milano, non conosco i progetti e mi fido del tuo giudizio. Dove però non mi convinci, caro Adriano, è nel confidare le tue pene con lettera ufficiale a Walter Veltroni. Probabilmente vieni di rado a Roma, e non sei quindi informato del rapporto fortissimo che il sindaco ha con gli immobiliaristi romani. Né conosci la decisione di Veltroni di sventrare il colle più bello di Roma, il Pincio, per ricavarne un garage da 726 auto. Distruggendo così, in un colpo solo, il capolavoro neoclassico di Giuseppe Valadiero, il complesso Piazza del Popolo-il Pincio. Ti invito a Roma a vedere dove si vuol calare il super garage, dove verranno sfondate le rampe del Valadier, dove si piazzeranno gli sfiatatoi. Vieni, ti aspetto».