Caro Cassinelli, unità è vittoria

Caro Cassinelli, il fatto di essere l’unica circoscrizione di centrodestra della città, e di avere quindi, sempre e comunque, i riflettori puntati addosso, pone il Medio Levante nella scomoda ma entusiasmante situazione di dover in qualche modo essere co-attore politico di un centrodestra che a Genova, nel passato, ha troppo spesso subito scelte e decisioni altrui.
Se ai vertici si sta ancora discutendo di partito unico, la nostra circoscrizione, come ben sai, ha di recente costituito un intergruppo che, al di là dei partiti di riferimento, vuole contribuire innanzitutto alle prospettive di consolidamento e di crescita della coalizione.
L’unità è un bene quanto mai importante per gli obiettivi e gli impegni che ci stanno di fronte, quali le elezioni politiche del prossimo anno e le successive amministrative.
Il passato è conosciuto, come lo sono i risultati e i motivi delle recenti sconfitte. Siamo riusciti nell’impossibile impresa di «consegnare» il Collegio 10 alla sinistra.
Il punto è che, a livello territoriale, abbiamo pagato il prezzo di scelte non solo non-condivise, ma spesso imposte dall’alto, maturate in una logica che non teneva in debito conto le istanze locali.
Inutile negarlo: se questa fino a ieri è stata la caratteristica generale di un po’ tutto il centrodestra, ancor più ha caratterizzato una Forza Italia che, primo partito della coalizione, da tempo sembra aver perso il riferimento ai suoi obiettivi e alla ragione del suo esistere.
In questo senso, la tua nomina a commissario cittadino è sicuramente un segno di una volontà di rinnovamento che, alla vigilia delle elezioni politiche, è quanto mai importante per il partito e quindi, di riflesso, per la coalizione.
Nel Collegio 10 possiamo e dobbiamo tornare a vincere: infatti, la recente sconfitta è stata in gran parte determinata dalla leggerezza con la quale si è andati alla competizione elettorale delle suppletive.
Le forze del centrodestra del Medio Levante credono nella possibilità di riconquistare questo importante simbolo della coalizione e intendono collaborare concretamente, a cominciare dalla scelta del candidato che, a nostro avviso, dovrà essere, necessariamente, un personaggio conosciuto, stimato, addentro alla politica ma contemporaneamente noto nella società civile.
Come forza di maggioranza, come intergruppo, crediamo che si debba parlare di persone prima ancora che di partiti, cercando il candidato ideale che sia in grado di avere successo.
Come consiglieri di circoscrizione siamo pertanto a disposizione tua e dei vertici della coalizione per recare un apporto positivo nella scelta del candidato e nella competizione che, poi, dovremo ingaggiare per riportare quei successi elettorali mancati recentemente.
Presidente
C.d.C. VIII-Medio Levante