Caro-prezzi del pane i panettieri esagerano

Come tutti sanno il pane subirà un discreto aumento per cui non dovremo stupirci più di tanto se dovremo pagarlo tra i 2.50 e i 3.50 euro al chilo. Dal frumento al pane si trova un moltiplicatore pari a 13 volte mentre partendo dal costo della farina solamente 7-8 volte. Questione di filiera come al solito e anche questione di alto valore aggiunto dei panificatori, direi spropositato. Mi faccio un paio di conti in tasca per capire meglio come stanno le cose. Ho comprato una delle tante macchine automatiche per fare il pane in casa, 38 euro in offerta in un hard discount, funzionamento compreso nel prezzo di vendita. Compro la farina già miscelata con il lievito a 99 centesimi al chilo e con quel pacchetto ottengo circa 2 chili di prodotto finito. Il mio pane fatto in casa, considerato anche il consumo di corrente e quello dell'ammortamento della macchina, mi viene a costare 70 centesimi al chilo. Da tre volte e mezzo a cinque volte meno rispetto a quello del panettiere. Rifacendo i conti utilizzando la farina commerciale (quella che usano i panettieri) il mio prezzo al chilo scenderebbe a meno di 30 centesimi al chilo. Ovviamente bello fumante, sfornato quando fa comodo a me. Consideriamo poi che i panificatori comprano la farina a quintali e a un prezzo decisamente inferiore al mio.