Caro Totti...

Roberto Passio 24 anni, italoargentino, attaccante, è arrivato in Italia sulle orme dei nonni, originari del Veneto, in cerca di fortuna. La mamma, per liberarlo dall’alcolismo e dalle cattive compagnie, ha messo insieme tutti i risparmi e lo ha spedito a rifarsi una vita qui. Per dormire si accontenta di posti letto liberi, dove capita, il suo ultimo lavoro è stato meccanico, ora ne cerca un altro. E non molla mai.

"Il tuo miglior amico è meccanico proprio come me"
«Ciao Francesco, ho letto che uno dei tuoi migliori amici è un laziale, meccanico come me e che il suo garage era il tuo nascondiglio segreto. Io quello faccio, aggiusto auto, anche se non sono ancora riuscito ad aggiustare la mia vita. Ecco, magari vincere un mondiale mi aiuterebbe. Magari grazie anche all’amico di un meccanico...».
Roberto