Caro vita, il Comune mette un bollino blu sui negozi convenienti: sconti fino al 40%

Iniziativa di Palazzo Marino con i commercianti per combattere il rialzo dei prezzi. I prodotti dovranno essere venduti al costo indicato da un bollettino. Sconti fino al 40% nell'ultima settimana del mese e, per Pasqua, verranno ribassati 51 prodotti sulle bancarelle rionali

Palazzo Marino lancia il bollettino dei prezzi. Sul sito di Comune, Sogemi, Unione e Camera di commercio si potrà controllare ogni mese il costo di un prodotto, confrontarlo con quello precedente, scegliere il momento più economico per acquistarlo. Non solo: i negozi che aderiscono alla campagna «Attenti al prezzo», si impegnano a vendere la merce a prezzi in linea con quelli indicati su internet e potranno esporre in vetrina il «bollino». Non è l’unica iniziativa che il Comune mette in campo contro il caro vita: la più immediata è l’Offerta di Pasqua, 51 prodotti di largo consumo e di marca (come latte, mozzarella, filetti di pesce, prosciutto) in vendita dal 7 al 22 marzo nei mercati comunali e superspacci alimentari con sconti dal 27 al 40 per cento. Un’opportunità per tutti di risparmiare, e per gli anziani che hanno difficoltà a raggiungere i mercati sarà a disposizione gratis nelle due settimane prima di Pasqua (l’11, 12, 18 e 19 marzo) un Radiobus dell’Atm. Pensata per gli over 65 è anche la «Primavera in cascina», esperimento che parte sempre il prossimo mese: il Comune mette a disposizione degli autobus per portare gli anziani in otto cascine che per ora hanno aderito al progetto. Un’occasione per trascorrere una giornata all’aperto e acquistare prodotti tipici a prezzi convenienti.
Ancora in divenire l’idea della Settimana della convenienza: nella quarta del mese, quando il bilancio familiare è più in crisi, saranno proposti nei mercati cinque o sei prodotti ortofrutticoli di stagione (si inizia con patate, cavolfiori, broccoletti, arance e mele) che i grossisti riforniranno ai dettaglianti col 40 per cento di sconto, e il prezzo dovrebbe calare decisamente anche sulla bancarella. I macellai proporranno invece ai consumatori quei tagli di carne che hanno le stesse proprietà nutritive dei più noti (e che sono più cari) ma con un prezzo inferiore anche del 50 per cento. Comune, Unione e Camera di commercio - che insieme a Provincia e Sogemi proseguono il lavoro del Tavolo dei prezzi - lanceranno inoltre una Guida ai consumi alimentari, consigli utili per fare la spesa «intelligente», e a seconda delle proprie disponibilità economiche. Ci saranno indicazioni su come preparare e conservare i prodotti e quali garantiscono la stessa capacità nutrizionale di altri che per la stagione sono troppo cari. «Non servono iniziative a spot - afferma il sindaco Letizia Moratti - dobbiamo offrire un pacchetto di misure strutturali, e in questa battaglia conta il lavoro di squadra». «Dobbiamo impegnarci - concorda il segretario generale dell’Unione del commercio, Roberto Costa - per dare maggiore sicurezza alla spesa dei cittadini, orientandoli verso i consumi giusti. Col Tavolo tecnico e i cartellini con il simbolo del Comune i consumatori troveranno facilmente i prodotti più vantaggiosi sul mercato».