Carotone e l’addio degli Arpioni

Parte dalla provincia, leggi Cisano Bergamasco, la stagione della musica dal vivo all'aperto. Merito degli organizzatori del Senza Far Rumore festival, manifestazione attenta tanto alla musica indipendente e rock, specie quella di casa nostra, quanto alla raccolta fondi per progetti di sviluppo all'insegna della solidarietà in Africa.
Tra i diversi nomi in cartellone spiccano i La Crus e l'estroso chansonnier basco Tonino Carotone, accompagnato per l'occasione dalla cricca ska bergamasca degli Arpioni.
Quella di domani sarà la prima data del tour d'addio della formazione milanese. Già, perché Mauro Ermanno Giovanardi (voce) e Cesare Malfatti (chitarre ed elettronica) hanno scelto di salutare i propri fan, dopo 15 anni di onorata carriera, mescolando canzone d'autore ed elettronica, con una manciata di concerti davvero speciali.
Oltre al duo saliranno anche sul palco i musicisti di sempre - Paolo Milanesi (tromba e Fender Rhodes), Leziero Rescino (batteria) e Luca Saporiti (basso) - accompagnati dall'Ensemble Musica Morfosi, un ottetto d'archi che permetterà di riproporre live l'atmosfera dell'ultimo album Io non credevo che questa sera, uscito nel febbraio scorso.
«Gli amori finiscono, e quelli che sono stati veri e grandi non si trascinano, non meritano mediocrità»: queste le parole di Giovanardi per spiegare le ragioni della fine del progetto.
Chi non molla il colpo è invece Carotone, in concerto domenica sera. Ce l'ha raccomandato Manu Chao e lui non si è fatto pregare. Al punto che, dopo averci conquistato con l'irresistibile Me cago en el amor, è ormai di casa nel nostro Paese. Praticamente il massimo per lo spagnolo di cui è ormai nota la passione smodata per la canzone italiana anni Cinquanta e Sessanta, talvolta abbinata con ritmi e atmosfere latinoamericane.
Cisano Bergamasco
fino a domenica, ore 21.30
ingresso gratuito
\