Il Carroccio fa «Festa» ma non cede sull’Islam

«Festa» della Lega pensando alla moschea: è in corso da ieri e prosegue fino a domenica ad Arenzano (piazza Cavalieri Vittorio Veneto, lungomare) l’annuale manifestazione organizzata dalla segreteria provinciale del Carroccio, dedicata alla «Libertà».
Dopo l’appuntamento di ieri sul federalismo, presieduto da Bruno Ravera, questa sera alle 18 e 30 Francesco Bruzzone, capogruppo in Regione, coordinerà un incontro con i cacciatori, mentre alle 20 e 15 arriverà alla Festa il senatore Roberto Castelli, sottosegretario al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. L’ex ministro della Giustizia sarà reduce da una visita ad Ansaldo Energia e alla sua controllata Ansaldo nucleare. «Grazie a questo governo - ha dichiarato in proposito Castelli - il tema del nucleare è tornato nell'agenda delle priorità del Paese. Rilanciando il nucleare, si ottiene un triplice obiettivo: recuperiamo una tecnologia in cui l'Italia è stata sempre all'avanguardia; diamo un contributo per non essere completamente dipendenti dal petrolio, abolendo l'assurdo per cui tutta la nostra economia è fondata su una materia prima che non possediamo e infine contribuiamo in maniera drastica a ridurre le emissioni in atmosfera. È un piacere per me poter visitare una azienda che rappresenta una delle punte di diamante del panorama industriale italiano».
La «Festa della libertà» prosegue domani alle 20 e 15 per l’incontro con il senatore Massimo Garavaglia, membro della Commissione Finanze, sul tema: «La finanziaria 2009 e il Federalismo fiscale». Conclusione domenica alle 21 e 30 con l’elezione di Miss Riviera Ligure-Ponente. Tutte le sere a partire dalle 19 possibilità di cenare presso la braceria, seguiranno musica e balli.