Carta bianca per Uri Caine all’Auditorium

Simone Mercurio

Arriva questa sera la prima di una serie di serate in cui il genio del pianista americano Uri Caine avrà con la terza edizione di Carta Bianca il modo di scegliere liberamente, cosa presentare al pubblico e di quali collaborazioni avvalersi.
Per questo primo appuntamento, dalle 22.30 al Teatro Studio del Parco della Musica, Caine offre un omaggio a Luciano Berio, assieme al suo ensemble e ai musicisti di «Tempo Reale», un progetto prodotto dal Ravenna Festival. Il pensiero musicale di Berio influenza fortemente le tecnologie musicali dell’opera. Due momenti distinti caratterizzano il concerto: nella prima parte Ofaqìm-Orizzonti, la musica si muove a partire dall’ideale base di partenza delle Sequenze di Berio per strumento solo; la seconda parte «Real Time» è invece maggiormente libera e integra nell’elettronica tutta una serie di materiali musicali di varia natura provenienti dall’archivio sonoro dello stesso Berio (oggetti sonori folclorici, composizioni elettroniche, ecc.) oltre che insistere sull’elaborazione dal vivo del suono dei musicisti. Un particolare sistema di diffusione multicanale e diverse tecnologie interagiranno in maniera continua con Uri Caine e i suoi musicisti, mentre la regia complessiva del suono e i movimenti nello spazio vengono controllati da un secondo gruppo.
Nativo di Philadelphia, pianista e compositore fra i più innovativi e autorevoli, Caine è autore di originali riletture di composizioni classiche (Bach, Mahler, Mozart, Wagner), alternando l’attività compositiva al ruolo di sideman, partner, nei contesti e con i musicisti più diversi. Sul palco domani con Caine (pianoforte e tastiera, composizione), saranno Ralph Alessi (tromba), Jim Black (batteria, percussioni ) e Julie Patton (voce).
Le prossime serate «Carta Bianca» targate Uri Caine sono in programma il 13 febbraio (con Paolo Fresu) e il 26 maggio (con la Pmjo, al Parco della Musica jazz orchestra), sempre al parco della Musica.