La prima carta di credito che non può essere clonata

Presentato ieri alla Banca Carige lo strumento innovativo di pagamento e prelievo che garantisce piena affidabilità e sicurezza in tutta Europa

Lo strumento più semplice e sicuro per effettuare pagamenti e prelevare denaro contante in Italia e in Europa: è stata presentata così, ieri, in anteprima europea, la nuova carta di debito CarigeCash Europa V Pay, Visa Europe, basata sulla tecnologia «chip & Pin» e realizzata in collaborazione da Banca Carige, Visa Europe, Cogeban e Sia-Ssb. Come ha sottolineato, in particolare, il direttore generale di Carige, Alfredo Sanguinetto - che ha effettuato presso l'Antica Erboristeria San Giorgio la prima transazione reale con una carta V Pay - lo strumento di pagamento innovativo rappresenta «un prodotto utile, flessibile e sicuro in Italia e all'estero: grazie al chip, funziona solo con il Pin, il codice personale di accesso, garantendo la piena sicurezza e l'impossibilità di essere clonato. Inoltre i massimali possono essere modificati in base all’esigenza e alla disponibilità del cliente, senza ricorrere a un'altra carta e senza variazioni di prezzo». Sono anche ammessi prelievi di contante presso gli sportelli automatici del Gruppo Banca Carige fino a un importo di mille euro al giorno.
Inoltre la carta consente di avere informazioni in tempo reale sul conto e sulla polizza titoli, di effettuare giroconti e bonifici o di ricaricare il cellulare e le carte prepagate Carige Easypay agli sportelli automatici Carige. Infine una polizza di Carige Assicurazione, inclusa gratuitamente nel prezzo, che copre i sinistri nel periodo che precede il blocco, garantisce da furti e smarrimenti. Dal canto suo, Davide Steffanini, direttore generale dell'Ufficio di rappresentanza Visa Europe in Italia, e Alessandro Zollo, responsabile del settore monetica e nuovi canali dell’Abi, hanno voluto rimarcare che «questo prodotto rappresenta il primo passo concreto verso l'offerta di carte di pagamento sempre più sicure e affidabili. Siamo convinti che, grazie alla semplicità e convenienza di utilizzo, i titolari saranno incoraggiati a pagare con carta anche importi di basso valore, creando un circolo virtuoso che agevolerà i consumatori stessi».