Una carta dei writers contro i vandali grafici

È stato inaugurato ieri all’ingresso della stazione Ponte Mammolo della metropolitana B, un graffito realizzato da alcuni «writers» delle scuole romane, in gemellaggio con altri studenti della città di Atlanta, negli Stati Uniti. Il murales, intitolato «Le maschere che indossiamo» è stato realizzato nell’ambito del progetto «Art-Trek», un’iniziativa che fa parte di un progetto più ampio chiamato «Roma Magistra Artis», avviato dalla Provincia e dal Comune, il cui fine è di stabilire una comunicazione tra graffitari e istituzioni. Fiduciosi e soddisfatti Mario Schina, responsabile del gabinetto del sindaco e l’assessore alle Politiche della scuola, Daniela Monteforte: «Art-Trek - dicono - è solo il primo anello del progetto che si estenderà, ben presto, con la realizzazione di una “Carta dei writers” in cui verranno assegnati gli spazi pubblici dove sarà possibile graffitare. L’obiettivo è ridurre il vandalismo grafico e diminuire il graffitismo abusivo». Un piano che funzionerà con i «writers» educati. Ma soltanto con loro.