Carta senior, attese troppo lunghe per i duplicati

«Piero Marrazzo, l’ex-teledifensore di “Mi manda RaiTre” è contro gli anziani e gli indigenti. Non solo il neogovernatore sta facendo di tutto per annientare la Carta Senior istituita e finanziata dal suo predecessore Francesco Storace, ma dall’Ufficio Relazioni col Pubblico della Regione Lazio stanno persino prendendo in giro gli anziani che chiedono invano il duplicato della Carta Senior perduta».
È quanto denunciano il vicepresidente del Consiglio comunale di Roma Fabio Schiuma e il vicepresidente vicario del Consiglio provinciale di Roma Bruno Petrella (An). «Abbiamo avuto segnalazioni e ricevuto documentazioni - proseguono i due esponenti di An - di numerosi anziani che attendono da mesi un duplicato che non arriva, malgrado i diretti interessati avessero seguito le istruzioni dall’URP della Regione (numero verde 800.012.283) che gentilmente invita a spedire per raccomandata all’Ufficio in questione la copia della denuncia di smarrimento».
«Non solo è necessario verificare se corrisponda al vero che la duplicazione delle Carte Senior sia stata interrotta - proseguono Schiuma e Petrella - ma la Regione Lazio deve risarcire tutti gli anziani rimasti sprovvisti della carta, tra l’altro in trepida attesa di ricevere un duplicato che non arriverà mai. E pensare che la Carta Senior è un servizio che coinvolge ben 180mila anziani e permette ai pensionati sociali di viaggiare gratuitamente sui mezzi di trasporto pubblico e di ottenere sconti sull’acquisto di generi di consumo e di prima necessità. Chi risarcirà tutti gli anziani colpiti dalla cancellazione della Carta Senior? Che fine hanno fatto o faranno i soldi già stanziati da Storare per assicurare questo servizio e per aiutare inoltre 10mila pensionati sociali indigenti a usufruire di 90 buoni acquisto, ciascuno del valore di 10 euro, per complessivi 900 euro?».
Dal canto suo l’ex governatore Storace dai microfoni di «Radio Tricolore» dichiara di non voler parlare della Regione «perché non mi sembra di buon gusto anche se mi dispiace vedere le condizioni in cui si è ridotta. Accanirsi persino contro gli anziani era l’ultima cosa che pensavo potesse passare per la testa di Marrazzo, eppure la sostanziale abolizione della carta senior mi sembra che vada lungo quella strada».