Caruso minaccia: "Occuperemo agenzie e centri commerciali"

Il deputato no-global: "Violeremo i santuari della precarietà,
violeremo e occuperemo agenzie di lavoro interinale, call center, centri commerciali, per farli
diventare luoghi e punti di raccolta per la consultazione"

Roma - «Il 9 ottobre ci sarà il "Precarity day": occuperemo in contemporanea decine di agenzie di lavoro interinale, per trasformarle in seggi per votare la consultazione precaria, così come fino al 12 ottobre ci mobiliteremo fuori e dentro. Violeremo i santuari della precarietà, cioè violeremo e occuperemo agenzie di lavoro interinale, call center, centri commerciali, per farli diventare luoghi e punti di raccolta per la consultazione, come già avvenuto stamane con l’occupazione dell’agenzia di lavoro interinale Obiettivo Lavoro di piazza Capranica a Roma». Lo annuncia in una nota il deputato no-global del Prc Francesco Caruso. «Su internet sono segnalati tutti i seggi permanenti. L’obiettivo - prosegue Caruso, che oggi era presente all’occupazione da parte di "Action" di un’agenzia di "Obiettivo lavoro" a pochi passi da Montecitorio - è intercettare il disagio e il malessere dei precari e dei disoccupati per farli diventare vettori di un conflitto sociale dispiegato e radicale contro il protocollo del 23 luglio e la legge 30 che ancora oggi rimane in piedi in tutta la sua drammaticità, malgrado le promesse elettorali del governo Prodi».