Casa, apre il salone più grande del mondo

Gemellaggi fra designer e industriali, prodotti di successo in mostra e una cupola sul tessile al top. Il direttore: «Fase di sviluppo, l’esposizione respira»

Michele Perla

Centoquindicimila metri quadrati espositivi e 2.266 espositori: questi i numeri del Macef Settembre, Salone Internazionale della Casa (tavola e cucina, decorazione, tessile, accessori, bigiotteria, regalo e complementi d’arredo), la più grande al mondo fra le fiere di beni di consumo del secondo semestre dell’anno, che si tiene da oggi e fino all’11 settembre nel nuovo Polo fieristico di Rho. Sicuramente uno dei più importanti appuntamenti per Fieramilano che ospita sul fronte degli espositori esteri, 100 aziende tedesche, 75 francesi, 58 spagnole e 15 provenienti dal Belgio e Danimarca. Massiccia la presenza di India, Cina e Turchia insieme ad una significativa presenza di aziende degli Stati Uniti. Ovviamente la parte del leone la fanno gli espositori italiani, provenienti da quasi tutte le regioni.
«Una data appropriata e una fase dell’economia più dinamica, con buone prospettive di sviluppo sul fronte dei consumi – ha spiegato Paolo Taverna, direttore generale di Fiera Milano International e del Macef –, hanno dato al Macef, un respiro davvero rilevante».
Sul piano sono stati migliorati i percorsi di visita merceologici, con i nuovi padiglioni pensati per il dettaglio specializzato di alta gamma. Gli eventi che si svolgono in Fiera riprendono e consolidano il concetto di un Macef capace di offrire suggerimenti e stimoli utili per migliorare il proprio posizionamento sul mercato. Si parte da «Storie d’Autore», e cioè dal gemellaggio fra alcuni giovani però già affermati designer con altrettanti distretti industriali. La prima edizione del progetto – la cui mostra sarà riproposta al Padiglione 11 – ha generato eccellenti risultati, con idee interessati e persino con prodotti già entrati in produzione presso le aziende locali che avevano accettato di «mettersi in gioco». Altro progetto riproposto per il pubblico di Settembre è «Materie» (Padiglione 7), un evento-simbolo che illustra attraverso l’esposizione di numerosi prodotti di successo, i risultati raggiunti da chi ha avuto il coraggio e l’intelligenza di provare a percorrere strade nuove o inusuali nel campo dei materiali. Un’esperienza che conferma una volta di più, quanto sia congeniale all’Italia e al suo modo di produrre l’antica tradizione artigianale, come punto di partenza progettuale verso l’innovazione e il diverso. Del tutto nuova, invece, è la mostra «Sul filo dell’emozione, il piacere del tessile»: sotto una cupola cristallina, al centro del padiglione Dettagli (Pad. 9), alcuni prodotti tessili d’eccellenza trovano l’ambiente ideale per esprimere tutta la loro qualità.
«L’iniziativa – dice Ornella Bignami che ne è la curatrice – vuole dare visibilità e valore a un segmento del Macef, appunto il tessile, che è presente da tempo in mostra in numerosi padiglioni ma che non ha mai trovato, sino ad ora, una chiave espressiva capace di esaltarne il reale valore sul mercato e al tempo stesso di promuovere le straordinarie valenze innovative che lo stanno attraversando e che ne fanno un mondo intrinsecamente prezioso». Lo dimostrano i prodotti tessili per la tavola, il letto, la decorazione della casa dei creativi invitati alla mostra: Federico Albarello per Centrostudi AIP, Forza Giovane, Gruppo di Installazione, Luminex, Maison Claire, Royal College of Art-Katie Barton e Louise Shewry-Sahco/Ulf Moritz, Valbisenzio. L’innovazione delle loro proposte è frutto di ricerca, di perfetto equilibrio tra tradizione e abilità artigianale e tecnologie d’avanguardia. Prodotti che hanno come obiettivo il benessere fisico e psicologico della persona, l’arricchimento dell’ambiente con spunti di alta qualità, di un lusso accessibile, frutto di valori veri. Altra novità è l’area September Gold: i settori oreficeria e gioielleria ( Padiglione 1) che fanno bella mostra di sé offrendo i suggerimenti per regali natalizi. Immancabile il tradizionale padiglione Bijoux (Padiglioni 2-4,) dove vengono presentate le collezioni autunno-inverno di accessori moda e bigiotteria.
Macef è dal 1964 uno dei più grandi e interessanti momenti di promozione e business per i settori di riferimento; l’edizione di settembre è dedicata in particolar modo ai negozi che intendono approvvigionarsi di novità, in vista delle festività natalizie.