La casa bavarese a tutto «H2» fin dagli anni ’80

Nonostante le molte ricerche sull’ibrido, il futuro della motorizzazione secondo Bmw è legato all’idrogeno. Il programma battezzato «CleanEnergy» è partito all’inizio degli anni ’80 e già quattro anni dopo il 6 cilindri di una 745i andava a idrogeno. La ricerca non si è interrotta nonostante gli immancabili problemi, ma solo nel 1999 quando è stata inaugurata la prima stazione di servizio a idrogeno all’aeroporto di Monaco, la casa bavarese ha iniziato a produrre una piccola serie di vetture di lusso «alternativa». Un anno dopo è stata la volta di una flotta di 750 hl con autista il cui compito era quello di accompagnare i vip durante l’Expo 2000 ad Hannover.
Da allora, un centinaio di Hydrogen7 a inquinamento zero sono state consegnate a personalità del mondo politico, industriale. economico e dello spettacolo.
Il problema è che una commercializzazione vera è ancora complessa, innanzitutto perché per costruire una rete di stazioni di rifornimento sufficienti solo per gli Stati Uniti servirebbero 3 miliardi di euro, ma soprattutto non esiste una volontà chiara a livello politico e delle stesse case automobilistiche a investire massicciamente i questa direzione. Non solo, ci sono anche problemi pratici, innanzitutto l’immagazzinaggio in un serbatoio sottovuoto refrigerato a -250, che per restare a quella temperatura consuma energia anche quando l’auto è ferma, senza contare l’isolamento termico composto da quaranta strati di pellicola di alluminio, equivalente secondo Bmw a una guaina di polistirene espanso di 17 metri di diametro. Inoltre i consumi che si aggirano attorno a 3,6 chili pari a 80 litri per coprire solo 100 chilometri. Tutte queste incognite svaniscono e incitano ad andare avanti, allorché si confrontano le emissioni: da una parte vapore acqueo e 5 grammi di CO² al chilometro, contro i 332 grammi per il V12 della Hydrogen7 in configurazione benzina. Per non parlare delle emissioni sonore, che quasi scompaiono se il carburante è l’idrogeno.
Non cambiano di molto le prestazioni: potenza di 260 cv, coppia massima di 390 Nm, velocità massima di 230 chilometri orari, da 0 a 100 in 9,5 secondi.