La Casa Bianca taglia le stime sul Pil del 2006

Adesso c’è anche il timbro della Casa Bianca: l’economia americana crescerà a fine anno e nel 2007 meno del previsto. Washington ha infatti rivisto ieri al ribasso le stime sull’espansione 2006, ridotte al 3,1% dal 3,5% precedente e dal 3,3% al 2,9% quelle per l’anno prossimo. I tagli si sono resi necessari a causa della forte decelerazione subita dal mercato immobiliare. Da mesi, quello che per anni è stato uno dei settori più vitali dell’economia a stelle e strisce continua a mandare segnali di sofferenza. Molti analisti temono lo scoppio di una vera bolla, con la conseguente caduta dei prezzi. Quanto all’inflazione, la Casa Bianca prevede meno tensioni sui prezzi nel 2006 (più 2,3%, contro il più 3% della stima precedente) e un aumento nel 2007 (più 2,6 da 2,4%). Il tasso di disoccupazione viene invece previsto in calo al 4,6% quest’anno (contro il 4,7% precedente), e il prossimo e in lieve aumento al 4,8% nel 2008.