Casa della Carità, i più ospitati sono i romeni

Gli ospiti della «Casa della Carità» di don Virginio Colmegna sono in grande prevalenza stranieri: 704, di cui 333 romeni, superiori in presenza agli stessi italiani, 162 (87 uomini, 45 donne e 30 minori). La presenza estera è invece forte di 307 uomini, 225 donne e 172 minori. I dati sono aggiornati al 20 novembre, diffusi dalla fondazione che festeggia i primi tre anni di attività. A varcare la soglia della struttura di via Brambilla, dopo romeni e italiani, sono stati i marocchini, che hanno registrato 27 presenze, seguiti a breve distanza dagli eritrei, 26 dal 2004. Ventiquattro gli extracomunitari del Togo che hanno trovato una doccia e un pasto caldo nel Centro di via Brambilla, seguiti dai venti originari dell’Egitto. Ma gli ospiti della struttura provengono da molte altre nazioni, dal Cile al Vietnam.