La casa delle storie, quando lo spettatore diventa attore

Progetto di teatro interattivo al Ventaglio Smeraldo. Il pubblico, suddiviso a gruppi, viene coinvolto nelle storie. Da Cappuccetto Rosso a i Tre porcellini, c'è un ruolo per tutti

Spettatore? No grazie: spett...attore. È questo il senso dell'iniziativa promossa dal teatro Smeraldo, "La casa delle storie", un progetto di teatro interattivo adatto ai bambini dai 6 anni in su ma anche ai grandi, fino a 96 anni. Le fiabe si ascoltano ma non solo. Si costruiscono insieme, così gli spettatori diventano parte attiva e motore dello spettacolo. A gruppi tutto il pubblico viene coinvolto nella storia tramite l'assegnazione di ruoli. Bambini e adulti diventano chi il lupo, chi Cappuccetto Rosso, ora Hansel, ora Gretel. Sulla scena non mancano gli attori professionisti che guidano i novelli attori nel dipanarsi della storia. I bambini vengono invitati a esprimersi e a condividere le emozioni. Poi i personaggi negativi diventano un pretesto per mostrare che anche le disavventure della vita possono diventare un'occasione di crescita. Ecco perchè streghe e lupi non fanno più paura ma si possono affrontare e vincere con la complicità e l'incoraggiamento degli altri. Genitori, nonni e parenti trovano un nuovo modo di comunicare con i più piccoli. Ecco le date degli spettacoli: sabato 28 marzo ore 11 e sabato 18 aprile ore 15.30 "Hansel e Gretel", sabato 4 aprile ore 15.30 e domenica 19 aprile ore 11 "Cappuccetto Rosso"; domenica 5 aprile ore 11 "I tre porcellini". info: www.lacasadellestorie.it oppure www.teatrosmeraldo.it