«Casa e lavoro, momento difficile»

La crisi e il fallimento, dei giovani e degli adulti.
Questi i temi affrontati dal cardinale Dionigi Tettamanzi davanti ai settemila giovani che ieri in Duomo hanno preso parte alla Traditio Symboli. «È un momento difficile - dice Tettamanzi - che fa soffrire molto e che mette in discussione ogni cosa. Genera un’insoddisfazione profonda, fa perdere la stima di sé e la fiducia nel domani». Il pensiero del cardinale è andato a quei giovani «che vedono allungarsi i tempi del conseguimento della laurea, a quelli che non trovano un lavoro gratificante o che restano delusi nelle loro aspettative d’impiego». Tettamanzi ha anche accennato alla fatica «nel trovare una casa a un costo accessibile che consenta a una coppia di sposarsi».