La casa giapponese «Lasciare le corse? No, ci aiutano a vendere di più»

La crisi c'è e, naturalmente, anche il motociclismo ne risente. Ma la Yamaha continua a ritenere le corse fondamentali. Lo spiega bene Lin Jarvis. «Negli ultimi cinque, sei anni - afferma il responsabile delle competizioni della Casa giapponese -, abbiamo avuto grandi benefici dalle competizioni e la Yamaha le ritiene fondamentali per vendere i suoi prodotti. Dall'alto ci impongono una riduzione del budget: taglieremo il superfluo, ma saremo più creativi, cercando di mantenere la medesima competitività». Su come uscire dalla crisi, Jarvis ha le idee ben chiare. «E' chiaro che è fondamentale ridurre i costi, come si sta facendo per il 2009 e, soprattutto, per il 2010, ma è anche necessario aumentare le entrate, sfruttando meglio le potenzialità dello sport motociclistico».