La casa di lusso non passa di moda e nella capitale il mercato cresce

Crisi del mercato immobiliare romano? Non proprio. Tiene bene, eccome, lo strategico settore del pregio-lusso. Quello che tra un po’di anni - vedrete - sarà appannaggio soprattutto dei ricchi venuti da lontano. Lo accerta il periodico, affidabile monitoraggio dell’Ufficio Studio Gabetti, secondo il quale la casa più desiderata ha un taglio fra i 150 e i 200 metri quadrati, anche se l’offerta del mercato si concentra soprattutto oltre i 200 metri. Le regge, insomma. Vediamo in dettaglio la questione. Per quanto concerne la distribuzione della domanda per tipologia abitativa, l’immobile più ricercato rimane l’appartamento «esclusivo» all’ultimo piano (attico e super attico) inserito in un condominio circondato da un parco condominiale e dotato di campo da tennis/piscina. Gettonati, anche se non più come una volta, i palazzi d’epoca situati in centro storico.
Discorso assai differente va fatto, invece, per chi non ama abitare nel centro cittadino e si indirizza verso villette monofamiliari. Questa tipologia edilizia si colloca soprattutto in aree verdi e semiperiferiche con il solo difetto, secondo alcuni, di essere poco servite da negozi e servizi pubblici nelle immediate vicinanze. In più c’è l’attualissima emergenza sicurezza che a Roma è diventata ormai di primaria importanza. Riguardo agli acquirenti-tipo, nel capoluogo romano, il target degli investitori risulta prevalentemente d’appartenenza cittadina, mentre russi ed arabi, ad esempio, si rivolgono verso immobili sfarzosi - non importa se d’epoca - dove far trionfare il lusso più estremo. Una caratteristica assolutamente necessaria per rendere un immobile appetibile ad entrambi i clienti è la vicinanza alla residenza di qualche personaggio famoso.
In questo comparto i tempi necessari per la vendita si sono allungati rispetto all’anno precedente, con sconti medi praticati sul prezzo d’offerta del 10%. La caratteristica più rilevante negli immobili di pregio è la presenza del salone triplo che guadagna la testa della classifica relativa alle caratteristiche considerate più rilevanti dai clienti interessati agli immobili di pregio. Costante la richiesta di terrazzi (di almeno 50 mq) così come la vista panoramica. In netta flessione, invece, la richiesta del box singolo a causa della minor congestione del centro storico rispetto a qualche anno fa. Perde appeal, infine, il servizio di portineria e di vigilanza.