Casa, mutui più facili per le giovani coppie

Mutui più facili anche per le giovani coppie che hanno un lavoro cosiddetto «atipico». Acquistare la prima casa per chi ha un impiego a tempo determinato è spesso un’impresa impossibile, perché il lavoro precario non convince le banche ad accordare un mutuo. Ecco perché il Comune ha deciso di indire una gara che individuerà l’istituto di credito disponibile ad erogare mutui anche a giovani coppie che acquistino la prima casa in città e delle quali almeno un componente sia lavoratore a tempo determinato. Palazzo Marino e la banca selezionata metteranno a punto una strategia congiunta, e saranno stipulati dalla banca degli accordi assicurativi che copriranno il rischio del mancato pagamento di alcune rate, qualora sia causato dalla perdita del lavoro. Il Comune rimborserà all’istituto di credito i costi assicurativi, rendendo così accessibile ai lavoratori precari il mutuo della prima casa alle stesse condizioni praticate ai lavoratori a tempo indeterminato.
Le coppie che potranno avere accesso al mutuo (sposate, di età non superiore ai 35 anni e residenti in Italia da almeno due), viene precisato nella delibera approvata ieri dalla giunta per dare il via alla redazione del bando di gara, saranno selezionate con un apposito bando che sarà emanato dalla Direzione centrale dei servizi socio-sanitari e i finanziamenti verranno concessi in rapporto al limite massimo di spesa annua consentita dal bilancio del Comune per questa iniziativa.