Una casa-rifugio per i blogger perseguitati

Sorgerà a Firenze nel complesso dell'ex carcere delle Murate. Blogger e giornalisti del web perseguitati saranno accolti e continueranno a lavorare in libertà. Ventiquattro gli alloggi messi a disposizione

Firenze - Una foresteria per accogliere blogger e web-giornalisti dissidenti oppressi dai regimi autoritari sparsi per il globo, sul modello della Maison des Journalistes attivata anni fa a Parigi dal governo francese. Vedrà la luce a Firenze, nel complesso dell’ex carcere delle Murate: si chiamerà Smart Dissidents.

Ventiquattro alloggi I webgiornalisti perseguitati avranno 24 alloggi a disposizione, dove potranno trattenersi fino a sei mesi. "L'intenzione - ha spiegato l'assessore alla Cultura Giuliano da Empoli - è quella di dotare la foresteria di spazi e attrezzature tali da consentire loro di continuare a lavorare, ad usare la rete, coltivare i loro contatti direttamente da qui". Il progetto, ha spiegato ancora da Empoli, non sarà pronto "prima della fine del 2010, ma già nella prossima primavera - ha rivelato - organizzeremo un incontro con alcuni personaggi di livello internazionale per illustrare loro i contenuti di questa iniziativa".