Casa in rivolta contro la Kidman

È arrivata a Roma in incognito e in gran segreto per girare uno spot per Sky Cinema in un appartamento del quartiere Testaccio. Tutti entusiasmi tranne gli abitanti del palazzo di via Vespucci, dove la star avrebbe dovuto girare i primi ciak. Gli inquilini si sono ribellati alla grande confusione e hanno organizzato al volo un’assemblea. La Kidman ha quindi iniziato le riprese su un altro set poco distante per poi tornare più tardi quando tutto si è risolto. «Nicole non s’è accorta di nulla - dice la produzione -; è stata gentile, professionale ed è rimasta un’ora in più rispetto alle dieci pattuite».