A casa di Susanna per giocare e battere il cancro

Clown, giochi e regali per tutti: alla «Casa di Susanna» il divertimento per i bimbi è assicurato.
Nato da un’idea di Susanna Messaggio con il patrocinio di Regione e Comune, torna anche quest’anno l’evento tanto amato dai bambini, in una sede completamente rinnovata: «Una struttura in vetro e alluminio, proprio sotto le guglie del Duomo», ha precisato l’assessore allo Sport Giovanni Terzi, intervenuto all’inaugurazione. All’interno cinque aree tematiche, divise per fasce d’età: dalla nursery per i bebè, alla gara di gattonamento, ai laboratori didattici per i più grandi, per sviluppare la creatività attraverso i colori e il gioco del didò.
«Un progetto ludico e pedagogico, dove i bambini sono liberi di giocare e divertirsi in gare di gruppo - ha spiegato Susanna Messaggio -. Ma soprattutto imparano a dare e non solo a ricevere, come sono normalmente abituati». Ci sarà anche una sala del teatro, con clown, maghi e maestre di flamenco e i tanto ambiti giochi di ruolo, per insegnare ai bambini a stare insieme e a stimolare la loro fantasia. «Cercheremo di trasmettere norme etiche, come il rispetto degli animali e dell’ambiente, ma anche il valore della solidarietà, con una raccolta fondi per l’Unicef e la Lega italiana contro i tumori». La Casa sarà aperta tutti i giorni, dalle 10 alle 19 fino al 16 dicembre, ingresso gratuito.