«La casa come volàno per la ripresa economica»

Anche a livello locale si registrano prese di posizione e commenti positivi sul piano casa con il quale il governo intende rilanciare l’economia e l’occupazione. «Nel leggere le dichiarazioni del Presidente del Consiglio in ordine al provvedimento che il Governo si accinge a varare come parte integrante del piano casa - si legge in una nota dell’Arpe-Federproprietà - e in attesa che i 550 milioni di euro, in esso previsti, diano i primi positivi risultati, la Federazione Nazionale della Proprietà Edilizia ritiene di doverne sottolineare gli aspetti più significativi: si tratta anzitutto del riconoscimento del nuovo ruolo che si intende attribuire alla proprietà immobiliare come volano per la ripresa economica e per la valorizzazione del patrimonio collettivo costituito dalle nostre città. Inoltre, tenuto conto delle competenze delle Regioni e degli enti locali, è di notevole rilevanza la circostanza che in sede centrale si stia pensando a un indirizzo di principio in funzione di concrete operazioni di rinnovo urbano puntando al reperimento di nuove abitazioni anche attraverso l’azione dei singoli proprietari. Qualcuno ha posto in luce, criticando le intenzioni governative i rischi insiti in operazioni di tal genere e in quelle che comunque comportano una buona dose di liberalizzazioni; non va però al riguardo dimenticato che un ruolo importante sarà affidato a quel che si è appreso – alla pubblica amministrazione, nelle sue varie articolazioni, per quanto concerne la prevenzione e la repressione degli abusi e dell’illegalità».