Casablanca, attentato in un internet café

Casablanca - Ha matrice jihadista ed è forse frutto di un incidente o di un errore l'esplosione avvenuta ieri sera in un internet cafè di Casablanca, in Marocco, in cui è morto un uomo che nascondeva dell'esplosivo e quattro persone sono rimaste ferite: lo rivelano fonti marocchine citate dall'agenzia Map. I fatti sono avvenuti ieri sera, poco dopo le 23 ora locale (la mezzanotte in Italia) nel quartiere di Sidi Moumen: due uomini sono arrivati al cybercafè, dal quale volevano collegarsi con siti della propaganda jihadista, ma il figlio del proprietario, che gestisce l'esercizio commerciale glielo ha impedito. Durante la successiva discussione fra il gestore del locale e i due clienti, uno di loro ha fatto esplodere, forse per errore, una carica esplosiva che portava indosso, causando la propria morte e ferendo gli altri avventori. L'uomo che lo accompagnava è fuggito ma è successivamente stato catturato dalla polizia. Il gestore del locale, aggiungono le stesse fonti, e due clienti che vi si trovavano al momento dell'esplosione, sono stati ricoverati per curare le loro ferite, mentre le autorità hanno aperto un'inchiesta sull'episodio.