Casalinghe disperate

La seconda serie di Desperate Housewives è disponibile in un bel cofanetto contenente sei dischi di episodi e uno interamente consacrato agli extra. La serie televisiva più calda e audace porta con sé misteri ma anche chicche. Come le motivazioni che hanno spinto Marc Cherry a scrivere delle storie così accattivanti. Nella sezione Marc e Mom, infatti, l’ideatore rivela che la sua fonte di ispirazione è stata proprio la madre Martha che, per allevare la sua famiglia, ha fatto delle scelte ben ponderate e non imposte. Ben lontane dal modello anni ’50, le donne di Desperate Housewives, nella perdita del loro controllo, sono moderne; nella sezione Modelli di comportamento disperati, infatti, dalle dichiarazione degli addetti ai lavori si comprende come Bree, la goffa Susan o l’egocentrica Gabrielle, senza trascurare l’universale Lynette, siano le icone di donne non di certo ideali, ma sicuramente reali. La protagonista di Fashion e alta moda è la costumista Cate Adair che, seguendo anche i consigli delle attrici, è in grado di offrire alle protagoniste un look accattivante che attrae il pubblico. \