Cascina Triulza, idee sul cibo e la sostenibilità ambientale

Inaugurato il Padiglione della Società Civile a Expo, nell'antica struttura agricola restaurata. Maurizio Gardini, presidente di Confcooperative: "All'Esposizione portiamo i valori del territorio, della persona, dell'inclusione. Noi vogliamo partecipare a questo dibattito"

Il 1° maggio, nel giorno dell'inaugurazione ufficiale di Expo Milano 2015 poi, domenica porte aperte ufficialmente a Cascina Triulza, il primo Padiglione della Società Civile nella storia dell' Esposizione Universale, celebrata con un incontro corale dei partecipanti al programma culturale e dei principali partner sostenitori del progetto.

Quello di Cascina Triulza è un Pdiglione speciale perché è l'unica struttura preesistente nell'area del sito, una struttura rurale lombarda restaurata con un intervento davvero significativo che dopo l'esposizione verrà lasciata in eredità alla città di Milano. All'interno sorgono un'area espositiva, uno spazio per gli eventi con un auditorium con 200 posti a sedere, uno spazio per i piccoli produttori, un'area lavoro di co-working, due belle aree dedicate ai bambini dove con giochi e laboratori e una nursery, l'area picnic e un palco, al centro del grande cortile per eventi.

Silvio Silvotti, presidente di Fondazione Triulza ha ringraziato la fiducia e l’impegno di fondatori, partecipanti e partner, sottolineando l’opportunità che rappresenta Expo 2015 per avviare nuove alleanze per il futuro. Il nuovo segretario generale di Fondazione Cariplo Sergio Urbani, ha ricordato come Fondazione Cariplo abbia creduto fin dall'inizio nel progetto per permettere di valorizzare esperienze, voci e valori del Terzo Settore e della società civile sui temi di Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. "Expo è un grande rilancio per Milano e una grande occasione per fare delle riflessioni profonde su cosa significa il cibo. In questo spazio si faranno discussioni molto profonde sulle disparità della divisione delle risorse".

"É il primo Expo che dedica un Padiglione alla Società Civile. Ognuno deve fare il suo per costruire un mondo migliore. Basti pensare che solo nei prossimi dieci anni il gap tra domanda e offerta di cibo si acuirà del 20%. Non possiamo tollerare che donne, uomini e peggio bambini muoiano di fame. A Expo, dentro Cascina Triulza portiamo i valori del territorio, della persona, dell'inclusione. La nostra partecipazione é una scelta valoriale convinta", ha dichiarato Maurizio Gardini, presidente di Confcooperative all'inaugurazione del Padiglione di cui Confcooperative é official sponsor.

"Qui si prova ad affrontare il tema del cibo e della sostenibilità ambientale e di come preservare l'ambiente per le nuove generazioni. Noi vogliamo partecipare a questo dibattito ha spiegato ancora -, da parte nostra c'è totale adesione all'idea di Cascina Triulza. Siamo un pezzo importante dell'economia del cibo e dell'economia sociale, degli autentici testimonial che vogliono vivere con grande sensibilità i temi che si affrontano qui all'Expo".

"Mettiamo a disposizione il modello delle cooperative per quello che verrà dopo Expo - ha poi aggiunto Gardini -, metteremo a disposizione soprattutto la capacità di fare delle cose bene e sarà utile il confronto con le multinazionali che sono presenti in questo sito. Speriamo che questo patrimonio di infrastrutture non si disperda e rimanga a disposizione di chi lavora per umanizzare la società".