Cascina Merlata, nasce il villaggio degli addetti Expo con l’affitto basso

La rivoluzione urbanistica di Milano, o meglio il nuovo Rinascimento, come viene chiamato, va avanti. E si estende anche alle periferie: è stato infatti presentato ieri il masterplan di Cascina Merlata, il villaggio dell’Expo, dove abiteranno i circa tremila addetti alla manifestazione. Si tratta di un’area di 530mila metri quadrati compresi tra il cimitero Maggiore e l’area dove sorgerà l’Expo. Il progetto sarà firmato da tre studi di architettura, Antonio Citterio &Partners, Mario Cucinella Architects e Studio Caputo partnership, che hanno vinto il concorso di idee indetto lo scorso gennaio da Cascina Merlata spa, società di sviluppo immobiliare il cui capitale è detenuto da Euromilano, come socio di maggioranza. «L’area prevede circa 750 milioni di investimento - ha spiegato Alessandro Pasquarelli, presidente di Euromilano - È anche prevista la costituzione di un fondo che consentirà investimenti sul patrimonio a lungo termine e quindi il mantenimento di prezzi di accesso agli alloggi molto bassi. «gli affitti potranno arrivare a 90 euro al metro quadrato per appartamenti da cento metri quadrati all’anno, oltre la metà della media attuale a Milano». La nuova area residenziale, o meglio il nuovo quartiere, ispirato alla sostenibilità e all’innovazione tecnologica, sarà dotato di servizi, negozi, edifici e servizi pubblici, un grande parco attrezzato e collegato ai futuri raggi verdi e sarà collegato al resto della città e al sistema di tangenziali,