«Le case in affitto costano troppo»

Sono stato a Salice d’Ulzio per cercare un appartamento in affitto dal 26.12.07 al 2.1.08 e con mia sorpresa ho saputo che ci sono molti appartamenti disponibili, segno che l’offerta supera la domanda degli sciatori abituali di Natale-Capodanno i quali o non andranno a sciare o faranno la settimana bianca a febbraio oppure a Pasqua visto che quest’anno è a fine marzo.
Il bello è che i proprietari interpellati, tutte famiglie con la seconda casa od in comproprietà con fratelli/sorelle o ereditate dai genitori che le comprarono negli anni ’60-’70, mi hanno detto tutti le stesse cose: «Sa... i ragazzi sono grandi e vanno con gli amici...»; «Mia moglie non ha più voglia di sciare...»; «Ho molto lavoro ed ho paura di un incidente sulle piste...»; «Gli amici vicini di casa non vengono e non abbiamo voglia di fare il capodanno da soli...». Nessuno che mi abbia detto la verità e cioè che hanno meno soldi e sperano di recuperare qualcosa affittando la casa, ma a prezzi che potevano andar bene qualche anno fa quando a settembre le case erano già tutte affittate per la stagione invernale mentre oggi ci sono famiglie che vorrebbero affittare la casa dal 30.12.07 al 2.1.08 e pagare a giornata.
È chiaro che gli affitti oggi richiesti dovranno diminuire rispetto al 2006 quando le Olimpiadi invernali «drogarono» il mercato degli affitti, oppure i proprietari dovranno tenerseli vuoti ed andarci di tanto in tanto nei weekend. È chiaro che la «vacanza bianca» comincia a diventare un tipo di vacanza che lascia in bianco i portafogli e poi molti giovani hanno sostituito la «settimana bianca» con il sole invernale e le scuole sub nel Mar Rosso, alle Canarie ed in altri posti dove la vacanza costa ancora qualche centinaio di euro alla settimana in meno rispetto alla «tradizionale» settimana bianca; per contro chi ha i mezzi avrà le piste più libere, i mezzi di risalita mezzi vuoti e poche code agli skylift e quindi si sta ritornando alla montagna degli anni ’60 quando lo sci era uno sport per pochi, come del resto il tennis, l’equitazione ed il golf.