Case Aler, proteste davanti al Pirellone

Centinaia di persone si sono date appuntamento ieri sotto il Pirellone per contestare il recente provvedimento approvato dalla giunta regionale contro la nuova legge regionale sull’edilizia residenziale pubblica. Con questa norma si rivedono i canoni di affitto delle case Aler e chi ha manifestato ha chiesto di bocciare la legge nel prossimo passaggio in consiglio regionale. Secondo i manifestanti il provvedimento non si limiterebbe ad una semplice operazione di cassa, da riversare integralmente sugli affittuari, ma costituirebbe un ulteriore passo verso lo smantellamento dell’edilizia residenziale pubblica con la vendita del 20 per centro delle case popolari lombarde, cioè 34mila alloggi sugli attuali 170mila. «Chiediamo che non venga aumentato l’affitto, la nostra protesta non si ferma qui» dice uno dei manifestanti che risiede in via padre Luigi Monti da più di quaranta anni.