Case, Basiglio aiuta gli inquilini

Il Comune di Basiglio diventa protagonista della dismissione degli immobili Inpdap. Grazie all’intervento dell’amministrazione comunale sono più di seicento gli appartamenti acquistati dagli inquilini dell’ente previdenziale.
Il sindaco Marco Cirillo è dunque riuscito a portare a termine la lunga e complessa trattativa riguardante la dismissione del patrimonio immobiliare gestito dall’Istituto nazionale di previdenza dei dipendenti dell’amministrazione pubblica.
Dismissione che in quel di Basiglio era bloccata da anni, forse anche in considerazione del fatto che effettivamente gli alloggi erano fonte di reddito per l’ente con costi risibili di gestione del patrimonio stesso. Si chiude quindi una vicenda che l’amministrazione comunale aveva preso a cuore già nel 2004, quando già erano insostenibili le lamentele degli inquilini sia sul cattivo stato di manutenzione degli edifici Inpdap che sulla gestione degli immobili: lamentele che avevano pure una ricaduta di ordine pubblico con un mercato non regolare degli affitti.
Situazione da relegare nelle cronache del passato: l’azione politica e amministrativa del Comune ha convinto l’Inpdap a mettere una data per la vendita del patrimonio di Basiglio altrimenti non prevista. «La disponibilità dei funzionari dell’ente previdenziale ha permesso lo snellimento di molti passaggi burocratici» spiega il sindaco Cirillo: «Gli inquilini hanno risposto pure bene alla proposta di acquisto, segno di un effettivo bisogno».
Iniziativa considerevole anche perché coinvolge il venti per cento degli abitanti di Basiglio che, tra l’altro, hanno l’opportunità di acquistare gli appartamenti ad un costo decisamente inferiore rispetto ai valori di mercato, anche agevolati dalle condizioni imposte dall’amministrazione di Basiglio. Secondo i dati del Comune sono stati messi in vendita 650 appartamenti, 400 sono già stati acquistati e i restanti saranno venduti invece entro l’estate.