Case occupate: è già scontro sulla sanatoria

(...) la sanatoria non cura la malattia. Rischia semmai di aggravare il male perché giustificando la posizione degli abusivi, potrebbe innescare una reazione a catena, incentivando nuove occupazioni. Le occupazioni sono una priorità del tavolo con la Prefettura». E pure Carmela Rozza (Pd) avverte: «Ci metteremo di traverso, il reddito o il numero di figli non sono criteri adeguati». I numeri del fenomeno, del resto, parlano chiaro: nel 2007 Aler ha effettuato 162 sgomberi e sventato 650 intrusioni tra sgomberi e interventi in flagranza, su un patrimonio di 41mila appartamenti. Rivela il direttore di Aler Domenico Ippolito: «Rispetto al dicembre 2006, quando gli alloggi occupati risultavano essere 2.726, il saldo degli irregolari nel 2007 sarebbe più 132. Ma sono 708 le occupazioni non andate a buon fine. Anzi, nei prossimi due anni - anticipa Ippolito - 186 case saranno gioco forza liberate, causa lavori di ristrutturazione degli immobili».