Case popolari, l’Ater blocca le vendite

Il consiglio d’amministrazione dell’Ater capitolina ha deciso di non applicare una delibera della Regione Lazio che facilita alcune particolari categorie di beneficiari nell’acquisto dell’immobile loro assegnato. Si tratta di una mossa che non si spiega sotto tutti i punti di vista. In primo luogo il cda non ha la potestà per disattendere una norma emanata da un organo cui è sottoposto; in secondo luogo questo provvedimento rimane valido negli altri comuni del Lazio, creando una vera e propria disparità di trattamento tra gli assegnatari romani e quelli degli altri capoluoghi della regione, che possono comprare la loro abitazione senza incontrare ostacoli. Massimiliano Maselli, consigliere regionale dell’Udc, ha presentato un’interrogazione al presidente Marrazzo per chiarire la vicenda.
MARCO MORELLO A PAGINA 42