Case requisite, c’è un’inchiesta

Abuso d’ufficio e usurpazione di funzioni. Per queste ipotesi di reato, secondo quanto si è appreso, la procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla legittimità della temporanea requisizione di oltre 200 appartamenti decisa giovedì scorso dai presidenti dei Municipi IX, X e XI. Gli accertamenti sono affidati al sostituto procuratore Salvatore Vitello. Il fascicolo è per il momento contro ignoti. Gli inquirenti dovranno acquisire le ordinanze di requisizione emesse al riguardo dai Municipi e verificare l’eventuale sussistenza delle fattispecie di reato. «Se la Procura - dice Sandro Medici, presidente del X - ritiene di avviare questa indagine avrà sicuramente dei motivi ed avremo modo di chiarire la questione. Ricordo tuttavia una frase di Calamandrei: “Non tutto ciò che è giusto è legale e non tutto ciò che è illegale è ingiusto”».